L'assemblea nazionale di Bienne lancia il 2° sciopero delle donne svizzere!

Più di 500 donne di tutta la Svizzera si sono riunite a Bienne domenica 10 marzo per lanciare un appello formale allo sciopero del prossimo 14 giugno. Le svizzere reclamano più tempo, più denaro e più rispetto !

Tra tre mesi si terrà il secondo sciopero delle donne svizzere e le femministe di tutto il paese hanno iniziato a farsi sentire e a denunciare le discriminazioni esistenti tra uomini e donne.

Le centinaia di donne presenti a Bienne domenica hanno adottato un appello allo sciopero di 17 punti, rivendicando il riconoscimento del lavoro domestico e di cura, la parità di retribuzione al lavoro e la riduzione generale del tempo di lavoro per potersi dedicare alla famiglia e vivere la propria vita.

Una delegazione ticinese di 40 rappresentati di associazioni femminili e sindacati ha partecipato attivamente all’evento, esprimendo la propria adesione al manifesto e spiegando come la partecipazione allo sciopero di stia preparando anche nel nostro Cantone.

La partecipazione all’Assise era permessa solamente a donne, non perché lo sciopero sarà contro gli uomini, ma perché uno degli scopi fondamentali di questo è quello di voler cambiare il sistema patriarcale nel quale viviamo tutt’oggi. Questo divieto alla partecipazione maschile voleva inoltre suggerire ai compagni che potevano mostrarsi solidali e custodire i bambini o occuparsi della casa durante l’assise, come durante lo sciopero del 14 giugno prossimo.

Appello per uno sciopero femminista e delle donne il 14 giugno 2019

Downloads
26.03.2019 Appello per uno sciopero femminista e delle donne il 14.06.2019 PDF (87 kB)

Contatti

Sindacato VPOD
Via S. Gottardo 30

Tel +41 (0)91 911 69 30

Enable JavaScript to view protected content.