No al taglio del 40% delle pensioni: firma la petizione!

L’Istituto di previdenza del Canton Ticino (IPCT) per finanziare le rendite degli assicurati che oggi hanno grosso modo meno di 59 anni (pensioni in primato dei contributi senza garanzie transitorie) dovrà ridurre del 20% il tasso di conversione per il calcolo delle pensioni dal 2023.

Questa riduzione si sommerà al 20% di riduzione delle pensioni già avvenuta con il passaggio dal primato delle prestazioni al primato dei contributi al 1.1.2013. In totale avremo una riduzione del 40% per le pensioni senza garanzia rispetto alle pensioni con garanzia.

È un salasso insopportabile per 16'000 impiegati cantonali, docenti cantonali e comunali, come pure dipendenti degli enti esterni! In nessun altro ente pubblico o privato si è vista una simile ingiustizia.

Le firmatarie e i firmatari di questa petizione chiedono pertanto al Parlamento e al Governo di sostenere un piano previdenziale per compensare la riduzione del 20% delle pensioni del 2023, approvando un aumento del 4% dei contributi ordinari a carico del datore di lavoro.

CLICCA QUI E FIRMA SUBITO LA PETIZIONE ONLINE!

Scarica la versione cartacea e falla firmare ai tuoi colleghi!

Contatti

Sindacato VPOD
Via S. Gottardo 30
6900 Lugano

Tel +41 (0)91 911 69 30