Firma l'iniziativa "Basta livelli nella scuola media!"

L’iniziativa popolare “Basta livelli nella scuola media” mira a creare più giustizia sociale e culturale nella scuola dell’obbligo ticinese, abolendo la separazione precoce delle/degli allievi in 3a e 4a media nelle lezioni di tedesco e matematica. I corsi B sono frequentati maggiormente da allievi di estrazione sociale medio-bassa. Questa separazione precoce spesso blocca la crescita scolastica di ragazze/i in fase di maturazione, penalizzandoli nell’accesso alle scuole postobbligatorie e al mondo del lavoro. Con l’iniziativa si vuole rafforzare l’istruzione di base in Ticino nell’interesse di tutta la società e dell’economia cantonale.

Cartolina affrancata "Basta livelli"

Firma e rispediscici l'iniziativa "Basta livelli"! Grazie mille della collaborazione!

Downloads
10.05.2022cartolina affrancata iniziativa basta livelliPDF (655 kB)

Formulario raccolta firme

Downloads
30.03.2022Basta livelli nella scuola mediaPDF (659 kB)
  • Livelli tra diritto alla conoscenza e discriminazione

    Compito della scuola è fornire a tutte/i lo stesso diritto alla conoscenza, così da permettere alle/ai ragazze/i di soddisfare le proprie aspirazioni di vita e professionali. È quindi necessario che la scuola sia uno strumento di equità, per appianare le disuguaglianze sociali.

  • Per una scuola più inclusiva e democratica

    Come Gioventù Comunista aderiamo con convinzione all’iniziativa popolare lanciata lo scorso 1. aprile, in quanto riteniamo che il superamento dei livelli nella scuola media sia estremamente importante per una scuola realmente inclusiva.

  • I livelli, discriminazione sociale

    Come Gioventù Socialista (GISO) sosteniamo appieno l’iniziativa per il superamento dei livelli nella scuola media. Ci impegneremo dunque a raccogliere le firme necessarie, affinché venga apportato un cambiamento significativo e necessario al nostro sistema scolastico, che privilegia, come sempre, i più ricchi.

  • Abolire la pressione dei livelli nella scuola media

    Sul tema dei livelli per noi sono centrali le allieve e gli allievi. Siamo convinte che il sistema attuale dei livelli vada abbandonato e superato, perché pone eccessivo carico sulle allieve e sugli allievi, in maniera immotivata.

  • Contro una scuola competitiva

    L’abolizione dei livelli A-B (nei corsi di matematica e tedesco) è la base per poter garantire il diritto allo studio a tutte le persone. I livelli nella scuola media da sempre hanno portato grossi problemi agli studenti e studentesse nel loro percorso formativo.

  • Una scuola e una società più giuste

    Tra le finalità della scuola pubblica ticinese vi è pure quella “di correggere gli scompensi socio-culturali e di ridurre gli ostacoli che pregiudicano la formazione degli allievi”. Il sistema vigente attualmente nel secondo biennio di orientamento della Scuola media con i livelli A e B (ovvero corsi attitudinali e corsi base in matematica e tedesco) risulta in contrasto con questa finalità.

  • Riuscita l'iniziativa "Basta livelli nella scuola media" con 7'650 firme.

    La consegna dell’iniziativa popolare è un passo importante per una scuola media senza selezione precoce degli allievi e che garantisca un insegnamento di qualità per tutti i ragazzi in tutte le materie.

  • 8'000 firme a sostegno dell'iniziativa popolare Basta livelli nella scuola media

    La consegna alla Cancelleria dello Stato delle firme valide attestanti la riuscita dell’iniziativa popolare legislativa elaborata “Per il superamento della separazione degli allievi nella scuola media (BASTA LIVELLI NELLA SCUOLA MEDIA)” è avvenuta oggi martedì 5 luglio, alle 11. In totale le firme raccolte sono circa 8'000 (ne occorrono 7'000 per la riuscita).