Informazioni su imposte alla fonte

Chi è imposto alla fonte, a gennaio, deve aver ricevuto, dal datore di lavoro, l’attestato ricevuta imposta alla fonte relativo ai redditi assoggettati e alle imposte pagate nell’anno 2017.

Ogni dipendente deve verificare che il suo attestato sia corretto. In particolare occorre verificare che eventuali modifiche nella situazione familiare siano state tenute in conto.

Inoltre ogni dipendente assoggettato all’imposta alla fonte può chiedere deduzioni particolari entro il 31 marzo 2018, nei limiti delle direttive cantonali: questo vale per il riconoscimento di deduzioni quali versamenti di premi assicurazioni vita, terzo pilastro, deduzioni km per lunghi tragitti casa-lavoro, alimenti per figli ed ex coniugi, deduzioni sociali particolari (es. per disabilità di un figlio o per spese importanti in caso di malattia).

Previo appuntamento, gli associati VPOD possono rivolgersi gratuitamente al Sindacato portando:

- buste paga 2017 e attestato-ricevuta imposta alla fonte 2017

- indicazione del conto bancario o postale con numero IBAN per l’eventuale rimborso.

In caso di errori di aliquota (percentuale d’imposta applicata) il periodo per la richiesta di correzioni è al massimo di 5 anni a ritroso: in tal caso occorre la documentazione per i relativi anni.

Dichiarazione fiscale (imposte ordinarie)

Il Sindacato VPOD aiuta gratuitamente i propri associati (ovviamente non assoggettati all’imposta alla fonte) nella compilazione della propria dichiarazione d’imposta ordinaria, che sarà trasmessa dall’Ufficio di tassazione: si prega di prendere appuntamento con i segretariati VPOD.