Chi non ha votato no al decreto Morisoli... si è tagliato da solo!

Da: Raoul Ghisletta, segretario VPOD Ticino

Il Consiglio di Stato ha dato mandato ai suoi funzionari dirigenti in ogni ufficio di preparare le misure di rientro per il preventivo 2024. Tra gli scenari vi è anche il blocco degli aumenti annui, che andrebbe a colpire tutto il personale cantonale e tutto il personale degli enti sussidiati dal Cantone.

CHI NON HA VOTATO NO AL DECRETO MORISOLI... SI È TAGLIATO DA SOLO

Il 19 ottobre 2021 una risicata maggioranza UDC-Lega-PLR-destra PPD del Parlamento ticinese ha approvato un decreto legislativo, cucinato dall’estrema destra, concernente il pareggio del conto economico entro il 31 dicembre 2025 con misure di contenimento della spesa e senza riversamento di oneri sui Comuni. Il decreto Morisoli prevede che l’obiettivo di pareggio del conto economico dovrà essere raggiunto al più tardi entro la fine dell’esercizio 2025, con delle misure prioritariamente di contenimento della spesa, escludendo l’aumento delle imposte, segnatamente a) del personale (voce di spesa gruppo 30, spese di funzionamento); b) dei beni e servizi (voce di spesa gruppo 31, spese di funzionamento); c) di trasferimento (voce di spesa gruppo 36, contributi) senza incidere sui sussidi alle persone meno abbienti.

A fine ottobre 2021 il Sindacato VPOD Ticino si è poi fatto promotore del lancio del referendum, raccogliendo la collaborazione di 20 associazioni, sindacati e partiti di sinistra: ad inizio 2022 sono state consegnate oltre 10’000 firme contro il decreto Morisoli. Ma purtroppo la campagna nella votazione a sostegno del NO è stata fiacca: troppe istituzioni sociosanitarie hanno dormito e troppe persone non sono andate a votare NO. Risultato: il 15 maggio 2022 la maggioranza (57%) del popolo ticinese ha avallato il decreto Morisoli. Oggi ne paghiamo le conseguenze! Per risanare le finanze cantonali ai ricchi non sarà chiesto nulla, mentre il personale, gli utenti dei servizi ed il ceto medio, ossia la maggioranza dei Ticinesi, faranno tutti i sacrifici. Scandaloso!