UDC/Lega-PLR-destra PPD per nuovi tagli sul personale!

Da: Sindacato VPOD Ticino

Lo scorso 19 ottobre una risicata maggioranza del Parlamento ticinese ha approvato un decreto legislativo, cucinato dalla destra, concernente il pareggio del conto economico entro il 31 dicembre 2025 con misure di contenimento della spesa e senza riversamento di oneri sui Comuni. L’obiettivo di pareggio del conto economico dovrà essere raggiunto al più tardi entro la fine dell’esercizio 2025, con delle misure prioritariamente di contenimento della spesa, escludendo l’aumento delle imposte, segnatamente a) del personale (voce di spesa gruppo 30, spese di funzionamento); b) dei beni e servizi (voce di spesa gruppo 31, spese di funzionamento); c) di trasferimento (voce di spesa gruppo 36, contributi) senza incidere sui sussidi alle persone meno abbienti.

A passare alla cassa per colmare i buchi milionari lasciati dagli sgravi fiscali “senza rete” degli ultimi 25 anni passeranno quindi nuovamente i dipendenti cantonali, i docenti comunali e i dipendenti degli enti sussidiati dal Cantone (settore sociosanitario e universitario).

Il Sindacato VPOD Ticino invita le lavoratrici e i lavoratori a prepararsi quindi a scioperare contro le misure che concretizzeranno questo squilibrato decreto legislativo, ciò che potrebbe avvenire a fine 2021 o a inizio 2022. Ovviamente anche la qualità dei servizi al pubblico, dalla giustizia alla sicurezza, dalla formazione al settore sociosanitario sarà indebolita.

Decreto legislativo

concernente il pareggio del conto economico entro il 31 dicembre 2025 con misure di contenimento della spesa e senza riversamento di oneri sui Comuni

Bellinzona, 19 ottobre 2021

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

– vista l’iniziativa parlamentare elaborata (IE 644) 21 settembre 2021 di Sergio Morisoli e cofirmatari;

– richiamato l’art. 34ter della Costituzione della Repubblica e Cantone Ticino del 14 dicembre 1998; 12

– richiamato l’art. 4 della Legge cantonale sulla gestione e sul controllo finanziario dello Stato del 20 gennaio 1986;

– visto il rapporto di maggioranza 5 ottobre 2021 della Commissione gestione e finanze,

decreta:

Art. 1 L’obiettivo di pareggio del conto economico deve essere raggiunto al più tardi entro la fine dell’esercizio 2025, con delle misure prioritariamente di contenimento della spesa, escludendo l’aumento delle imposte, segnatamente

a) del personale (voce di spesa gruppo 30, spese di funzionamento);

b) dei beni e servizi (voce di spesa gruppo 31, spese di funzionamento);

c) di trasferimento (voce di spesa gruppo 36, contributi) senza incidere sui sussidi alle persone meno abbienti.

Art. 2 1Le misure di cui all’articolo 1 non possono prevedere il riversamento di oneri finanziari netti sui Comuni.

2Sono fatti salvi accordi e decreti già in fase di discussione tra il Cantone e i Comuni al momento dell’entrata in vigore del presente decreto legislativo, anche se non ancora attuati.

Art. 3 1Il presente decreto legislativo è pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi ed entra in vigore non appena trascorso il termine di referendum.

2Il presente decreto legislativo cessa con l’approvazione del Consuntivo 2025 da parte del Gran Consiglio.

 

Contatti

Sindacato VPOD
Via S. Gottardo 30
6900 Lugano

Tel +41 (0)91 911 69 30