1° maggio a Locarno: strade affollate per rivendicare la parità!

Da: Lorena Gianolli, sindacalista VPOD

"Senza muri e senza paure" era lo slogan di questo primo maggio dedicato alla lotta femminista per la parità e le pari opportunità. La manifestazione ha coinvolto quasi 3'000 persone, che hanno sfilato per Locarno manifestando il loro appoggio alle rivendicazioni delle numerose associazioni femminili presenti.

Il corteo colorato e composto in varie sezioni da collettivi femministi, associazioni e sindacati e partito dalla stazione di Locarno alle 11:30 guidato da Chiara Landi, presidente dell'Unione sindacale donne Ticino e Moesa. Ha poi preso la parola Emanuela Fraquelli, del Gruppo migranti Unia, la quale ha portato l'attenzione sulla doppia discriminazione di cui sono vittime le donne migranti. È poi stato il turno di PepitaVeraConforti, che ha parlato delle molestie sessuali sul posto di lavoro, un argomento scomodo che spesso viene tralasciato o minimizzato, ma il cui peso è tutt'altro scontato per il genere femminile. In seguito Angelica Lepori del Collettivo Io l’8 ha presentato l'iniziativa "Giù le mani dalle Officine" invitando a sostenerla. Infine la sottoscritta Lorena Gianolli, Sindacalista VPOD, ho parlato dei licenziamenti per causa di maternità e durante la gravidanza.

Giunti in Piazza grande, degli interessanti discorsi si sono susseguiti dal palco: Eleonora Failla, militante Unia, ha parlato del precariato crescente che affligge soprattutto le donne ed è uno dei motivi cardine che ci porterà a scioperare il prossimo 14 giugno. Sheila Dotta, docente di sostegno e militante del Collettivo Io l’8 ha parlato di come lo sciopero si sta preparando nelle scuole. Lea Schertenleib, studentessa attiva nel Sindacato degli studenti (SISA), ha parlato della volontà di voler abolire il sessismo presente nell'insegnamento.

È poi stato il turno di Michela Pedersini, neo eletta presidente del Sindacato VPOD Ticino, la quale ha presentato le numerose discriminazioni che affliggono le donne attive nel settore sociosanitario. In seguito, Carmen Chiric, del Collettivo badanti Unia, ha parlato più particolarmente delle difficoltà riscontrate nel settore della cura alle persone.

Infine, Daniela Raggi, grafica Syndicom, ha parlato della difficoltà nel far riconoscere il vero valore del lavoro intellettuale e creativo. Gli interventi sono stati sapientemente coordinati dalla sindacalista SEV Françoise Gehring.

Per concludere gli interventi, è stata intonata la "Ticinella femminista", composta dal Coordinamento donne della Sinistra, di modo a lanciare in modo allegro e coinvolto l'ultimo mese di preparazione al prossimo sciopero delle donne del 14 giugno (guarda il video).

La giornata si è poi conclusa in musica, grazie alle bellissime canzoni cantate da Ginevra di Marco e le note del suo gruppo musicale.

Ringraziamo le persone che hanno preso parte all'evento e vi diamo appuntamento al prossimo 14 giugno 2019 per manifestare ancora insieme per la parità!

PS: siamo sempre disponibile qualora voleste organizzare un evento, un'astensione dal lavoro e quant'altro sul vostro luogo di lavoro! Scrivete a Enable JavaScript to view protected content.

Notizie in formato PDF

Galerie: 1° maggio 2019, Locarno: senza muri e senza paure!

 

Contatti

Sindacato VPOD
Via S. Gottardo 30

Tel +41 (0)91 911 69 30

Enable JavaScript to view protected content.