2'000 persone a Locarno per rivendicare i diritti dei lavoratori!

2'000 persone hanno preso parte alla Festa delle lavoratrici e dei lavoratori, quest'anno organizzata a Locarno dall'USS Ticino e Moesa.

Alle ore 11.00 le numerose persone si sono ritrovate in stazione a Locarno e hanno poi sfilato con bandiere e striscioni delle diverse federazioni fino a Piazza Grande.

L'USS Ticino e Moesa ha infatti deciso di organizzare l'evento nella città sul lago maggiore per rendere omaggio ai lavoratori del bacino svizzero della Navigazione Lago Maggiore, i quali l'anno scorso hanno scioperato per 20 giorni per salvare i loro posti di lavoro, ottenendo il reintegro di tutti a pari condizioni salariali.

Quest'anno la manifestazione aveva come tema principale la parità salariale, la quale malgrado il vincolo costituzionale non è ancora stata raggiunta. Durante il corteo sono ugualmente stati trattati altri problemi quali la precarizzazione, il dumping salariale e lo smantellamento del servizio pubblico.

Il corteo è poi sfociato in Piazza Grande, dove si è svolta la parte ufficiale della manifestazione. Tra i numerosi discorsi, vi è stato quello della Consigliera nazionale PS Marina Carobbio Guscetti (https://marinacarobbio.ch/2018/05/02/intervento-1-maggio/).

Il pomeriggio è poi stato animato dai concerti di Raissa Avilés & Los Mex, seguiti dai Circo Abusivo.

Gli organizzatori si rallegrano della perfetta riuscita dell'evento e della numerosa partecipazione, la quale dimostra chiaramente la crescente sensibilità delle persone verso le problematiche del mondo del lavoro.

Notizie in formato PDF

Galerie: 1° maggio 2018