Soluzione in vista per gli infermieri di Bellinzona

Da: Stefano Testa, sindacalista VPOD Ticino

Nelle scorse settimane il Sindacato VPOD ha incontrato una delegazione del Municipio di Bellinzona per risolvere a breve il problema della classificazione del personale infermieristico delle quattro case anziani cittadine.

Dopo la definizione del nuovo Regolamento organico comunale, nato dalla fusione comunale, gli infermieri delle case anziani di Bellinzona erano stati riclassificati in due gruppi: infermieri di prima e infermieri di seconda. Questa classificazione era subito stata contestata dal personale, che si era rivolto al Sindacato VPOD per chiedere di correggerla. Infatti essa aveva quale nefasto effetto l’allungamento della carriera professionale, oltre alla creazione di due categorie di personale per chi svolge la medesima attività lavorativa. Una simile classificazione non esiste peraltro nel resto delle strutture sanitarie del nostro Cantone. Durante la prima parte del 2018 vi sono state varie discussioni con alcuni municipali, con le direzioni delle case anziani e con il servizio delle risorse umane per evidenziare come questa strana classificazione aveva pure il difetto di non rendere attrattive le case anziani di Bellinzona nella ricerca di personale. Quanto esposto dal Sindacato è stato preso seriamente in considerazione e il Municipio di Bellinzona nelle prossime settimane deciderà una variante di classificazione per il personale infermieristico, volta ad attribuirgli un trattamento salariale omogeneo: si tratta di una carriera pianificata più organica, che potrebbe entrare in vigore già al 1. gennaio 2019. Il Sindacato e il Municipio organizzeranno a breve un’assemblea del personale infermieristico su questo tema.

Notizie in formato PDF