La nuova cassa pensioni fa discutere a Bellinzona

Da: di Stefano Testa, sindacalista VPOD Ticino

Dal 1. aprile il personale di Bellinzona fa parte CPE Fondazione di Previdenza Energia in primato di contributi, e questo dopo la definizione degli ultimi dettagli.

Prima della firma della convenzione d’adesione alla CPE Fondazione di Previdenza Energia i rappresentanti del personale hanno approfondito l’articolo 9. Esso prevede che, per compensare la differenza tra il grado di copertura della Cassa pensione attuale di Bellinzona (103%) rispetto a quello della CPE comune (115%), bisognerà ridurre la remunerazione al minimo di legge dei capitali degli assicurati di Bellinzona, e questo fino al raggiungimento della parità. Attualmente la CPE paga un interesse annuo del 2.5%, mentre il minimo di legge prevede per l’anno 2018 l’1%: pertanto questo tasso sarà applicato ai dipendenti di Bellinzona. L’esecutivo ha ribadito che i dipendenti sono stati informati di questo meccanismo, sia in fase assembleare, sia nei documenti individuali ricevuti prima della votazione per il cambio di cassa pensione, consultazione obbligatoria che ha dato una larghissima maggioranza favorevole. I Municipio ha nuovamente confermato l’attendibilità dei calcoli di previdenza allestiti individualmente per ogni dipendente e inviati con il materiale di voto.

Il Fronte unico dei dipendenti (FUD) ha ottenuto un ulteriore impegno scritto da parte del Municipio per discutere annualmente l’evoluzione della situazione della CPE e avere la disponibilità ad aprire nuove trattative inerenti l’eventuale partecipazione finanziaria da parte del datore di lavoro, qualora fosse necessario rispetto all’evoluzione dei tassi di interesse. Il FUD ribadisce che la CPE è un’ottima cassa pensione, la quale offre una stabilità finanziaria e coperture assicurative di livello molto superiori alla media svizzera. Dopo i chiarimenti ottenuti dal FUD, i membri del personale hanno sottoscritto il passaggio nella nuova cassa pensione. Il FUD invita in ogni caso i dipendenti a controllare annualmente il certificato d’assicurazione e a segnalare eventuali problemi.

Notizie in formato PDF