Interrogativi sugli stipendi di impiegati cantonali e docenti

Da: Raoul Ghisletta, segretario VPOD Ticino

Al 1. gennaio 2018 è stato effettuato l’aggancio del primo gruppo di dipendenti alla scala salariale della nuova legge cantonale stipendi, valida per gli impiegati cantonali e i docenti cantonali e comunali: si tratta del gruppo composto dagli impiegati al massimo della carriera e dagli impiegati in carriera assunti nel primo semestre. Il 1. settembre 2018 saranno agganciati alla nuova scala salariale tutti i docenti e il 1. gennaio 2019 gli impiegati in carriera assunti nel secondo semestre. In questo articolo affrontiamo gli interrogativi e i problemi aperti di questo processo.

Ricorsi pendenti
Il 1. gennaio 2018 è entrata in vigore la nuova legge stipendi, con un ritardo di un anno rispetto a quanto previsto. Il Governo nel 2017 non ha sospeso gli avanzamenti di classe e tantomeno ha sottoposto al Gran Consiglio un decreto legislativo per bloccare gli aumenti annui nel 2017, in deroga a quanto prevede la legge stipendi del 1954 in vigore fino al 31.12.17. Le norme transitorie contenute nell’art. 41 della nuova legge stipendi, che regolano l’aggancio dei dipendenti dalla scala vecchia a quella nuova, si riferivano ad un’entrata in vigore delle nuove normative salariali al 1.1.2017, e quindi appaiono superate dai fatti e nella logica. Anche la situazione finanziaria cantonale si è modificata e sarebbe giustificato un aggancio dei dipendenti alla nuova scala salariale con il riconoscimento dell’aumento/avanzamento annuo maturato nel 2017 (come ha fatto la Città di Bellinzona). Il Consiglio di Stato il 12 dicembre 2017 ha indicato tuttavia che non intende riconoscere il 2017 come anno di lavoro supplementare che matura aumenti/avanzamenti ai sensi della legge stipendi del 1954, né per le persone assunte prima del 31.12.2016, né per le persone assunte nel corso del 2017. Il Sindacato VPOD ha tentato quindi la via del ricorso al Tribunale cantonale amministrativo per alcuni impiegati in carriera agganciati alla nuova scala stipendi al 1.1.18. L’esito di questi ricorsi varrà ovviamente anche per i dipendenti in carriera che saranno agganciati al 1.9.18 (docenti in carriera che hanno maturato aumenti/avanzamenti nell’anno scolastico 2017/18) e al 1.1.19 (impiegati in carriera).

Casi molto penalizzati
Per attivare la misura volta a lenire i casi di rigore di dipendenti molto penalizzati, il Cantone effettuerà nel 2019 (ad aggancio ultimato) il confronto delle carriere ai sensi dell’art. 41 cpv. 5 della nuova legge stipendi. Questo capoverso, inserito su richiesta sindacale dal Parlamento, consente di dare un aumento annuale extra ai dipendenti penalizzati significativamente dal nuovo sistema salariale sull’arco della loro intera carriera. L’importo a disposizione è di 400'000 fr, ma sarà verosimilmente aumentato dal Governo, come indicato ai sindacati lo scorso mese di marzo. Saranno considerati i docenti e gli impiegati molto penalizzati, che hanno stipendi inferiori a 116'500 fr annui a tempo pieno.

Riesame di classificazioni degli impiegati
Le 400 funzioni esistenti degli impiegati sono state oggetto di una valutazione analitica da parte dello Stato: la valutazione analitica non è stata fatta invece per le funzioni dei docenti. Il Sindacato VPOD sta lavorando intensamente in seno alla Commissione paritetica per il riesame della valutazione delle funzioni, che vengono segnalate al Sindacato dagli interessati: tutte le domande di riesame dovranno essere presentate ed evase nel corso del 2018. L’allestimento delle domande di riesame è piuttosto impegnativo e comporta la necessità di documentare i punti che si vogliono cambiare nella valutazione della funzione: il Sindacato VPOD è a disposizione per fare questo lavoro con gli interessati.

Il Consiglio di Stato ha per contro negato alla Commissione paritetica la possibilità di occuparsi dello splitting di funzioni: ad esempio separare dalla macrofunzione di operatore sociale o di segretaria aggiunta alcune categorie di impiegati con responsabilità maggiori di quelli previsti della macrofunzione. Il Sindacato ha ottenuto comunque che questo tipo di richiesta di riesame venga sottoposto ai Dipartimenti e al Consiglio di Stato.

Notizie in formato PDF