Il Sindacato VPOD lavora anche d'estate

Da: di Roberto Martinotti, presidente VPOD Ticino

La nostra recente assemblea ha definito gli obiettivi 2018 del Sindacato VPOD Ticino, che toccano i vari ambiti che ci stanno particolarmente a cuore: scuola, settore sociosanitario, servizi pubblici, parità dei sessi, diritti dei lavoratori, pensioni.

Il primo obiettivo sul quale dovremo lavorare intensamente è il miglioramento della scuola dell’obbligo. In vista della votazione del 23 settembre il Sindacato VPOD Ticino sosterrà attivamente la campagna per il Sì alla sperimentazione della La Scuola che verrà. Contrariamente a quanto affermano gli avversari, che rappresentano la destra favore vole all e scuole private,la sperimentazion e introduce classi a effettivi ridotti nella scuola media e il co-insegnamento nelle classi di scuola comunale: questi
investimenti potranno migliorare i risultati scolastici e l’uguaglianza delle possibilità di riuscita scolastica degli allievi. Sì quindi al miglioramento della scuola dell’obbligo!

Il secondo obiettivo prioritario è il rafforzamento dei contratti collettivi di lavoro nei servizi sociosanitari, per garantire a tutti i lavoratori una tutela efficace dei loro diritti: discussioni sono in atto nel settore case anziani, istituzioni sociali, aiuto domiciliare e asili nido. Per gli asili nido il Sindacato VPOD discuterà con i l Diparti mento sulle direttive 2019, che aumenteranno finalmente i finanziamenti e di conseguenza i modesti salari purtroppo spesso presenti in questo settore.

Un altro tema estivo per il Sindacato sarà la parità dei sessi: verrà fatto un volantinaggio in estate per far venire tante colleghe ma anche tanti colleghi alla manifestazione nazionale di sabato 22 settembre per la parità dei sessi. Mettete in agenda questo appuntamento a Berna!

Il Sindacato VPOD Ticino si sta occupando anche dei servizi di sicurezza e di pulizia presso il Cantone: dopo la recent e bocciatura parlamentare della mozione Ghisletta per l’internalizzazione dei servizi di
sicurezza e di pulizia, stiamo studiando una proposta di iniziativa popolare per rilanciare il tema. Inoltre il segretariato è intervenuto presso il Cantone per migliorare i diritti del personale ausiliario.

Infine il Sinda cato ha lanciato una campagna di sensibilizzazione contro il calo delle rendite per i futuri pensionati del Cantone. Infatti abbiamo lanciat o una petizione tra gli affiliati p er far e pressione sul Governo
e sul Parlamento affinché venga fatta un’impor tante iniezione di fondi nell’Istituto di previdenza del Canton Ticino.

Come vedete, care colleghe e colleghi, il lavoro non manca! Buone vacanze!