Attenzione al nuovo calcolo delle assenze!

Da: di Raoul Ghisletta, segretario VPOD Ticino

L’on. Vitta ha risposto alla nostra interpellanza “15 minuti di assenza per motivi medici = 1 giorno di malattia”, confermando purtroppo che il Governo non vuole rinunciare al nuovo sistema di calcolo, malgrado i problemi già in passato denunciati dal Sindacato VPOD, che suscitano malumore tra il personale.

Dal 1. gennaio 2018 un giorno intero di assenza viene calcolato per qualsiasi assenza per inabilità lavorativa durante la fascia obbligatoria di presenza per gli impiegati, indipendentemente dalla durata dell’assenza nella giornata stessa, e questo in base all’art. 30 Legge sugli stipendi degli impiegati dello Stato e dei docenti e all’ art. 63 Regolamento dei dipendenti dello Stato. Il calcolo si applica ad ogni malattia (compresa la malattia legata alla gravidanza), infortunio e cura medica autorizzata dal Servizio medico del personale: rientrano in quest’ultimo caso la fisioterapia, l’ergoterapia, l’agopuntura, la psicoterapia e altre cure mediche, che devono essere effettuate in modo frequente e regolare. Il Governo indica che gli impiegati che non vogliono che quest’ultima assenza intacchi il computo dei giorni di assenza durante il periodo di osservazione dei 900 giorni devono prevedere la cura nella fascia oraria flessibile oppure giustificarla come “affare privato”.

Questo nuovo modo di calcolare le assenze, sfavorevole al dipendente, si applica purtroppo anche ai sensi dell’art. 60 cpv. 3 della Legge sull’ordinamento degli impiegati dello Stato e docenti (LORD), che obbliga a sommare i giorni di assenza del dipendente: si ricorda qui che dopo 540 giorni di assenza cumulata il Cantone (o altra autorità che applica la LORD) può (termine potestativo e non imperativo) procedere alla disdetta; si ricorda pure che la legge non definisce una data di riferimento a partire dalla quale si debba iniziare a computare le assenze cumulate (nella risposta del Governo si indica che “un periodo certamente ragionevole, ma non delimitato a priori, può estendersi su più anni a ritroso”).

Visite mediche e statistiche

Sono escluse le visite mediche, anche specialistiche, comprese quelle durante la gravidanza, necessarie per accertamenti, controlli medici o terapia puntuale: in questi casi il congedo pagato non viene considerato nei due calcoli esaminati in precedenza.

Infine il Governo indica che le statistiche sulle assenze dei dipendenti, in particolare quelle riportate sul “Rendiconto del Consiglio di Stato”, saranno calcolate sommando le ore effettive di assenza dei dipendenti, riportate poi in giornate lavorative.

Notizie in formato PDF