VPOD aiuta: una richiesta di rimborso ingiusta

Uno psicologo dipendente dell’OSC si è rivolto, qualche mese fa, al Sindacato VPOD per contestare la decisione della Sezione delle risorse umane dell’Amministrazione Cantonale che richiedeva il rimborso dei giorni di congedo fruiti dal dipendente per corsi di formazione tra il 2015 e il 2017.

La richiesta è giunta a seguito delle dimissioni del dipendente dal servizio, secondo le percentuali di rimborso stabilite dal regolamento concernente la formazione continua degli impiegati dello Stato. Inoltre, la richiesta di rimborso si fondava sul fatto che la formazione non fosse stata richiesta/imposta dalla Direzione dell’OSC.

La richiesta di rimborso è stata contestata dal Sindacato visto che la partecipazione al corso di formazione era necessaria per il mantenimento del titolo professionale richiesto per lo svolgimento della sua attività presso l’OSC. La contestazione della decisione si fondava quindi su una normativa vincolante, relativa formazione continua degli psicologi e pertanto il dipendente, a nostro parere, doveva poter fruire di congedi retribuiti.

La sezione risorse umane, dopo aver valutato il ricorso, constatata l’obbligatorietà della formazione alla base della richiesta di rimborso, ha deciso di rivedere la sua richiesta accogliendo il ricorso del dipendente.

Notizie in formato PDF