Ottobre 1917-2017

In nome del popolo: dalla Rivoluzione d’ottobre al populismo

Indipendentemente dalle opinioni che si possono avere sulla "Rivoluzione d’ottobre" e su quello che ne è seguito, nessuno potrà negare l’impatto di questo avvenimento sulla storia, la cultura, l’economia del mondo intero: impatto che resta attuale cento anni dopo, malgrado l’implosione dell’Impero sovietico,
la caduta del muro di Berlino e la quasi sparizione dei partiti comunisti dell’Europa occidentale. Il centesimo anniversario ci offre l’occasione di riflettere non solo su quello che rimane degli ideali rivoluzionari, ma anche e soprattutto sull’assenza di dibattito, di confronto sulle grandi idee, sostituiti dal ruolo egemonico assunto dall’ideologia neoliberista nel mondo contemporaneo. In una società in cui il corpo, la salute, la sicurezza
sono diventati i valori centrali dell’umanità, è venuto il tempo di rinunciare ai sogni di una società migliore, più giusta, più umana? Salvare il pianeta, d’accordo, ma a quale scopo? Battersi in nome del popolo: ma chi è questo popolo, in nome del quale si fanno le rivoluzioni oppure si legittimano misure di esclusione verso gli emigranti? Destra o sinistra: quale significato attribuire oggi a questa distinzione?

Queste e altre problematiche saranno affrontate e discusse nel quadro di un ciclo di conferenze presentate da quattro eminenti specialisti.

Downloads
04.10.2017 Programma Rivoluzione d'ottobre PDF (172 kB)
Notizie in formato PDF