La valutazione del personale all'EOC

Da: di Fausto Calabretta, sindacalista VPOD

La Direzione generale dell’Ente ospedaliero cantonale (EOC) ha presentato un nuovo modello di valutazione del personale, denominato “bilancio di competenze dei collaboratori”, che vuole migliorare la metodologia impiegata.

In data 22 maggio 2017 le Commissioni interne del personale EOC, unitamente alle organizzazioni
sindacali VPOD e OCST, sono state convocate dalla Direzione generale EOC per la presentazione del “bilancio di competenze dei collaboratori”. Il modello di valutazione verrà presentato ai collaboratori
e introdotto nei prossimi mesi. Il Team di Simona Minotti Cristiano (responsabile servizio
risorse umane ORBV/IOSI) ha elaborato il nuovo sistema di valutazione eliminando di fatto la famosa pagella o giudizio dato al dipendente (scarso, insufficiente, adeguato e così via). Pagella che è stata contestata da parte dei dipendenti e in particolare dal Sindacato VPOD, in quanto non tutti i responsabili ne facevano un uso professionale per valutare il proprio collaboratore. La nuova valutazione vuole migliorare
la qualità di prestazione al paziente, come pure la qualità delle relazioni e la collaborazione all’interno dei diversi contesti lavorativi EOC. Il cambiamento adottato ha come obiettivo di “rendere la vita” più semplice al collaboratore in fase di valutazione (senza stress o pressioni varie): a questo scopo è prevista una maggiore responsabilizzazione del leader in tutto il processo, un maggior coinvolgimento/ responsabilizzazione del collaboratore (empowerment) e l’estensione della valutazione al corpo medico. Il confronto tra leader e collaboratore avviene attraverso il dialogo, con delle aspettative a 360° tradotte in aree di abilità: 1) area
emotiva/intrapersonale; 2) area sociale/interpersonale; 3) area operativa – realizzativa; 4) area strategica.
I presupposti per fare bene ci sono, ma il Sindacato VPOD vigilerà sul fatto che sistema di valutazione venga usato in maniera adeguata e soddisfi le richieste del personale, senza nascondere l’eventuale inadeguatezza di qualche “capetto” poco autorevole e molto autoritario. La presentazione completa si può trovare nel sito vpod-ticino.ch

Assemblee Ospedali ORL e Novaggio

All’Ospedale regionale di Lugano abbiamo discusso a lungo con i presenti su problemi organizzativi, sulla tassa di collegamento e sulla mancanza di parcheggi, come pure sui numerosi cambiamenti avvenuti negli ultimi tempi (nuova responsabile infermieristica, sostituzione di capo settori e capi reparti, sostituzione della responsabile del gruppo Economia Domestica). Il Sindacato monitorerà i problemi ed auspica che i cambiamenti abbiano lo scopo di migliorare la qualità del clima e ridurre lo stress del dipendente, aspetto quest’ultimo dimenticato da molti. L’assemblea alla Clinica di riabilitazione di Novaggio è stata organizzata a seguito dell’intervento fatto del Sindacato (vedi lo scorso numero 4/2017 de I diritti del lavoro) a favore
del personale, che si sentiva stressato e sotto pressione per importanti modifiche organizzative. Fortunatamente abbiamo trovato ampia disponibilità da parte dei responsabili della Clinica e alcune questioni sono subito rientrate. Il personale non dovrà aver paura di esporre le proprie perplessità ai quadri responsabili, poiché l’obiettivo indicato dai quadri è di creare un buon clima di lavoro. Il Sindacato VPOD si farà garante dell’ascolto del personale e rimane a disposizione per parlare con chi ne sentirà il bisogno.

Downloads
15.06.2017 EOC Bilancio competenze collaboratori PDF (264 kB)
Notizie in formato PDF