Pagare le imposte ok, pagare troppo no! Fate controllare le imposte alla fonte e ordinarie

Da: Raoul Ghisletta, segretario VPOD Ticino

Gentili colleghe e cari colleghi,

durante l’estate 2017 sono emersi grossi errori nella trattenuta dell’imposta alla fonte, che hanno toccato varie decine di dipendenti cantonali, chiamati dall’Ufficio stipendi a saldare importanti somme per il periodo 2009-2013.

Nelle nostre verifiche abbiamo costatato anche errori a sfavore del dipendente, sia nel periodo 2009-2013 ricalcolato, sia negli anni successivi 2014-2016.

Vi invitiamo pertanto a prendere contatto con il Sindacato VPOD per verificare le imposte alla fonte ricalcolate per il 2009-2013 e quelle definite per gli anni 2014-2016.

Il Sindacato VPOD è a disposizione anche per la verifica delle imposte ordinarie.

Effettuiamo verifiche per gli associati e per coloro che aderiscono al Sindacato.

Vertenze imposta alla fonte 2009-2013 e anni successivi

Visti gli articoli della Legge tributaria cantonale e federale, vista la giurisprudenza e costatato che la data dell’accertamento dell’Ufficio imposte alla fonte è avvenuta nel 2014, non è possibile per principio contestare la riapertura delle tassazioni alla fonte nei cinque anni precedenti (2009-2013) e la richiesta di rimborso dell’Ufficio stipendi (chiesta con lettera del luglio 2017).

Tuttavia il Sindacato VPOD ha fatto e può fare dei reclami individuali a nome di dipendenti, per chiedere di correggere errori materiali nelle tassazioni (sia per il periodo riaperto 2009-2013, sia per gli anni successivi): errori nell’applicazione delle tabelle (legate alla situazione famigliare), le aliquote (%) d’imposta, eventuali deduzioni per la tassazione correttiva, ecc.

Per una verifica occorre prendere appuntamento per email o telefonicamente con il Sindacato (portare all’appuntamento le decisioni e gli attestati imposta alla fonte).

Attenzione: per la vertenza delle imposte alla fonte 2009-2013, vista la lettera dell’Ufficio stipendi del 17 luglio 2017, vi invitiamo a contattarci entro fine agosto.

Notizie in formato PDF