Apre il grande cantiere nella nuova Bellinzona

Da: di Stefano Testa, sindacalista VPOD

Lo scorso 24 maggio si è tenuto un nuovo incontro tra una delegazione del Municipio (composta dal sindaco Mario Branda, dal vicesindaco Andrea Bersani e dal municipale Mauro Minotti) e il gruppo d’accompagnamento per il personale, allo scopo di definire il metodo di lavoro per affrontare i due temi principali su cui ci si dovrà chinare a breve.

Secondo pilastro
È urgente decidere a quale cassa pensione i dipendenti della grande Bellinzona aderiranno e a che condizioni. Tutte queste decisioni dovranno imperativamente essere prese entro settembre 2017 (comprese ad es. eventuali iniezioni di capitali e integrazioni di fondi di prepensionamento vigenti). Legalmente per mettere in atto queste operazioni è necessario l’avallo dei dipendenti: per questo motivo è già stata fissata un’assemblea generale dei dipendenti il prossimo 22 giugno. Sarà inoltre necessaria dal punto di vista legale una votazione generale a scrutinio segreto.

Regolamento organico dei dipendenti (ROD)
Prima dell’aggregazione ogni comune regolava le condizioni di lavoro del personale con un proprio egolamento organico dei dipendenti. Per inizio 2018 la grande Bellinzona vuole partire con un regolamento uniforme per tutti i dipendenti. Si dovrà quindi negoziare un testo di ROD, che permetta di salvaguardare
i diritti acquisiti e di migliorare le condizioni di lavoro. A questo scopo si è deciso di costituire un gruppo tecnico composto pariteticamente da tre dipendenti e tre municipali, coadiuvato dai due sindacati e da alcuni alti funzionari. Questo gruppo ha già fissato alcune date per i primi incontri. Buon lavoro a tutti coloro che parteciperanno e un ringraziamento ai dipendenti che sia nella fase precedente l’aggregazione, sia in questa fase, investono tempo a favore di tutti i colleghi di Bellinzona.

Notizie in formato PDF