Aderite al comitato CONTRO l'iniziativa No Billag

Il comitato "No Billag No Svizzera" difende tutto il servizio, sia pubblico che privato, a difesa di un’informazione e di un sistema che garantisce la coesione nazionale e la difesa dell’italiano in Svizzera.

La disastrosa iniziativa “No Billag” vieta ogni forma di finanziamento pubblico a emittenti radioTV pubbliche e private.

Questo comporterebbe la chiusura immediata della RSI, della SSR, e di moltissime emittenti radio e tv private, incluse TeleTicino, Radio3i e Radio Fiume Ticino.

Le concessioni per la radio e la TV in Svizzera saranno messe all’asta e finiranno prevalentemente in mano ai grandi gruppi mediatici stranieri.

L’iniziativa No Billag non lascia spazio di manovra al Consiglio Federale, che non potrebbe fare altro che interrompere qualsiasi finanziamento e dichiarare immediatamente la fine del servizio pubblico di informazione in Svizzera.

Per aderire al comitato si può scrivere a: Enable JavaScript to view protected content.

Sito della campagna: www.nobillag-nosvizzera.ch

  • No Billag, no Orchestra

    I musicisti dell’Orchestra della Svizzera italiana potranno avvalersi di un nuovo contratto collettivo di lavoro per il periodo 2018-2023. Il Sindacato VPOD lo ha concluso recentemente con la Fondazione. Tuttavia ora aleggia la grande incognita del futuro finanziario dell’Orchestra in caso di abolizione del canone. L’iniziativa No Billag danneggerebbe immediatamente la nostra Orchestra e tutta la cultura dell’italianità in Svizzera. Dovremo quindi impegnarci per combattere l’iniziativa che sarà votata il 4 marzo e che stando a un recente sondaggio era sostenuta dal 57% degli intervistati.

    Continua a leggere